L'ANPI di Osimo, appresa la ferale notizia della scomparsa del compagno Presidente nonché conterraneo AVV. Carlo Smuraglia, ne ricorda l'alta figura di uomo, di partigiano, di presidente della nostra associazione. All'ANPI e prima ancora alla famiglia giungano le nostre più sentite condoglianze.

 

 Il ricordo

 Ho avuto la fortuna di conoscere personalmente Carlo Smuraglia. Era l'ottobre del 2013 quando assieme ad una quarantina di giovani iscritti ANPI, provenienti da tutta Italia, fummo scelti per una tre giorni di formazione in uno dei luoghi simbolo della repressione fascista: Ventotene. L'iniziativa fu fortemente voluta dal Presidente Smuraglia che accompagnò noi giovani, non solo fisicamente, alle radici dell'antifascismo affinchè potessimo, con ancor maggiore consapevolezza, diventare le nuove braccia che avrebbero dovuto sorreggere e custodire la gloriosa storia, l'autorevolezza e la moralità della nostra associazione. Il Presidente Smuraglia in quei tre giorni non smise mai di dialogare con noi (non scorderemo facilmente l'appassionata discussione sulla qualità della politica che facemmo sul traghetto di ritorno), conscio che avremmo rappresentato il futuro dell'antifascismo: ebbene molti di noi oggi ricoprono importanti ruoli dirigenziali all'interno dell'associazione e senza dubbio l'esperienza di Ventotene, quel poter toccare da vicino la Storia, perchè questo il partigiano Smuraglia rappresenta, è stata una tappa fondamentale della nostra formazione.

Niccolò Duranti 

Solidarietà alla Cgil

Massima solidarietà e vicinanza alla CGIL, ai suoi iscritti, alle lavoratrici e ai lavoratori per il vergognoso attacco alla sede nazionale, un assalto che subito richiama alla memoria collettiva la distruzione delle camere del lavoro nei primi anni '20 da parte dei fascisti. Pensavamo di non vedere piú quelle scene che conosciamo da filmati in bianco e nero e dai libri di storia, eppure, a distanza di 100 anni, si sono ripetute con un parte di manifestanti capeggiati da chi gioca a fare l'erede dei fascisti. Il Parlamento, il Governo, la Magistratura mettano subito in atto la Costituzione, già troppi anni hanno rimandato ciò che è giusto fare, per troppo tempo sono stati tollerati questi movimenti: sciogliere subito tutte le organizzazione neofasciste di questo Paese. Il fascismo è, e sempre lo sarà, un crimine.

DESIGN ARMANDO DURANTI 2018