25aprile2019

ULTIME

 
 
 
Oggi 14 maggio alle ore 17:30 Simone Di Stefano, segretario nazionale di CasaPound, sarà all’Hotel La Fonte per sostenere i candidati locali di CPI, inquadrati nella lista “Difendi Osimo” a sostegno di Maria Grazia Mariani.
Ci dispiace che una struttura ricettiva importante e rinomata si presti a ospitare coloro che si definiscono “fascisti del terzo millennio” e si riconoscono in un regime che ha devastato l’Italia per vent’anni cancellando le libertà fondamentali dei cittadini, sdoganando il ricorso alla violenza come norma del vivere associato e rendendo il Paese complice del nazismo con l’emanazione delle leggi razziali e l’entrata in guerra. Ci duole dover ricordare i numerosi episodi di violenza e intolleranza che in tempi recenti hanno avuto militanti o afferenti di CasaPound come protagonisti.
L’8 maggio c.a. la Cassazione ha confermato la chiusura della sede di Casapound a Bari in seguito alle «aggressioni squadriste» dell’autunno scorso; in seguito ai fatti di Casal Bruciato, cui hanno preso parte militanti vicini a CPI e FdI, la Procura di Roma sta indagando (al momento contro ignoti) per «istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale». Il 18 aprile c.a. il TAR di Torino ha vietato l’affissione di manifesti di CPI a Rivoli per la mancata sottoscrizione da parte dei committenti di una dichiarazione di adesione ai valori costituzionali dell’antifascismo. È evidente, insomma, il carattere esplicitamente illiberale, antidemocratico, anticostituzionale e potenzialmente eversivo di CasaPound, carattere riconosciuto anche da numerosi pronunciamenti giudiziari.
La libertà di espressione e manifestazione sono diritti sanciti dalla Costituzione Repubblicana, ma non si può rimanere inerti di fronte alla concessione di spazio a chi platealmente ripudia e calpesta ogni giorno quella stessa Carta, nata dalla Resistenza e dallo spirito democratico dei padri costituenti. Noi del Coordinamento Antirazzista e Antifascista di Osimo auspichiamo perciò che il popolo e le istituzioni vigilino sulla tenuta democratica del Paese, favorendo l’applicazione delle leggi che perseguono l’apologia di fascismo e operando a difesa dell’ordine costituzionale contro ogni azione contraria allo spirito di solidarietà e tolleranza su cui si fonda la Repubblica Italiana. Con questo obiettivo, e contro ogni forma di neofascismo e di cultura dell’odio, saremo presenti in piazza a manifestare in modo pacifico il nostro assoluto dissenso verso chi cerca di fare proseliti con messaggi violenti e antisociali.
 
ANPI Comitato Provinciale Ancona Anpi Marche
Sento che qualcosa sta cambiando. 080519 Armando DURANTI
Ho abbracciato e baciato la Storia 300419 Pino SCACCIA
Discorso pronunciato davanti al monumento ai partigiani di Osimo il 25 aprile 2019 300419 Scritto da Niccolò DURANTI
Piccolo, MCR, Amnesty, Mancini, Calamai, Murgi: chi sono gli emeriti del Fabrizi 2019 240419 Scritto da Niccolò DURANTI
NOI RIMANIAMO 220419 Armando DURANTI
15 anni fa il primo Premio Fabrizio 180419 Scritto da Niccolò DURANTI
25aprile 2019 160419 Armando DURANTI
15°FABRIZI 140419 Armando DURANTI
Lettera al Prefetto di Prato 210319 Emilio Ricci
Il contributo degli osimani alla Lotta di Liberazione sul fronte greco-jugoslavo (parte2) 070319 Scritto da Niccolò DURANTI
Lutto all'ANPI Osimo 020319 ANPI Osimo
Il contributo degli osimani alla Lotta di Liberazione sul fronte greco-jugoslavo (parte1) 250219 Scritto da Niccolò DURANTI
Maurizio Landini: "L'antifascismo è la pelle e l'anima della Cgil" 200219 Armando DURANTI
O.d.G. sulla crisi in Venezuela 090219 anpi naz.le
Ruotolo e Berizzi. L'Italia migliore. 060219 Armando DURANTI
Tolta la scorta al nostro iscritto Sandro Ruotolo. Solo chi ignora può prendere questa misura. 020219 Armando DURANTI
Il 27 gennaio l'ANPI in tutta Italia perché l'orrore non accada più 260119 Armando DURANTI
L'Espresso oggi. La parola antifascista 120119 MARCO DAMILANO - Rep.it
La legge del dittatorello 040119 Armando DURANTI
L'Anpi torna a Predappio: riapre la sede dopo i dissidi per il referendum costituzionale 040119 rep.it