Cervi

massimo coltrinari

 

Nato a Castel'Emilio (Ancona) , è sposato conla Signora AnnaMaria, professoressa. Ha due figli, Laura, avvocato e Gianluca, ingegneria meccanico

 

Carriera professionale,

Proveniente dal 150° Corso “Montello” dell’Accademia Militare, ha svolto numerosi incarichi di Comando e di Staff presso Il Nato Defence College, lo Stato Maggiore dell'Esercito, lo Stato Maggiore della Difesa ed Enti nazionali. Ha partecipato a peace support operations (Bosnia, SFOR, 2003);  E' Stato Rappresentante di vertice del Consiglio Centrale di Rappresentanza. Ha concluso la carriera presso l'Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze al Centro Alti Studi della Difesa dove ha svolto l’incarico di Vice Direttore.   E' Titolare presso questo istituto della cattedra di Storia Militare, nell’ambito di Dottrine Strategiche.

 

Carriera Accademica

Lauerato in Scienze Politiche all’Università di Padova (1973), è cultore della materia presso la cattedra di Geografia Politica ed Ecomomica presso la Facoltàdi Scienze Politiche alla Sapienza- Roma.; Ha contribuito con un saggio al volume, a cura di G. Lizza, Geopolitica delle prossime sfide, Torino, Utet, 2012, pag. 384.  

E’ stato Nato Fellow presso la NATO ed ha seguito corsi di specializzazione e master di I e II livello presso l'Università di Cambridge (Gran Bretagna) e Queen' s University a Montreal (Canada). E' stato direttore della rivista "Il Secondo Risorgimento d'Italia" della Associazione Nazionale Combattenti dal 1999 al 2013, che ha lasciato dopo la morte del Gen. Luigi Poli. Ha partecipato ai lavori della Commissione per lo Studio della resistenza all’Estero, istituita dal Ministero della difesa (1989-1995) e nel cui ambito ha curato il Comparto Albania. Ha pubblicato il Volume La resistenza dei Militari Italiani all’Estero –Albania ( Roma, Ministero della Difesa, Rivista Militare, 1999, pag. 1450) e, sempre riguardo all’ Albania, Albania 1943. L’avviamento dei militari italiani nei campi di concentramento tedeschi ( Roma, Edizioni ANRP, 1995, pag. 320) e “l’8 settembre in Albania. La crisi armistiziale tra tragedia ed oblio1943-

Con Paolo Colombo ha scritto, inoltre “La Divisione Perugia” Dalla Tragedia all’Oblio. Albania 8 settembre -3 ottobre 1943”. Roma, Società Editrice Nuova Cultura, 2009, 320, pag. 360) 

Sempre in tema della crisi armistiazle del 1843 hapubblicato “"Salvare il Salvabile. La Crisi armistiziale dell’8 settembre 1943. Per gli Italiani il momento delle scelte", Roma, Società Editrice Nuova Cultura, 2010, 320 pagg.) dedicato all’origine della guerra di Liberazione e le sue motivazioni,scritto con Giorgio Prinzi.  Presso la Società La NuovaCultura dirige la Collana Editoriale"Storia in Laboratorio",ove ha pubblicato il volume metodologico “La Ricostruzione e lo Studio di un avvenimento militare (Roma, Società Editrice Nuova Cultura, 2009, 320 pag.) e, nell’ambito degli studi dedicati al passaggio delle Marche dallo Stato preunitario allo Stato nazionale, ha pubblicato i volumi sulla storia risorgimentale nelle Marche. "Il combattimento di Loreto, detto di Castelfidardo"  Roma, Società Editrice Nuova Cultura, 2009  e l'Investimento e la presa di Ancona" (Roma, Società Editrice Nuova Cultura, 2010, L’ultima difesa pontificia di Ancona. 8-23  settembre 1860 Roma, Società Editrice Nuova Cultura, Tomo I, 2011, Tomo II, 2013. Inoltre con Massimo Morroni, ha curato il volume “De Pugna ad Castrumficardum”, (Camerano, Provincia di Ancona e Cassa Rurale ed Artigiana “San Giuseppe”, 1991), pag. 279.  

Ha svolto ricerche sulla partecipazione delle Forze Armate in URSS (1941-1946) ed ha pubblicato il primo dei quattro volumi previsti, La Guerra Italiana alla URSS 1941-1943. Le Operazioni.I prigionieri Italiani nella seconda Guerra Mondiale in Unione Sovietica, (Roma, Società Editrice Nuova Cultura, 201, 327 pagg.). 

Si è dedicato, nell’ambito del Diritto Internazionale ed Umanitario, a studi sulla Prigionia, Internamento, sulla Governance delle masse, e sui flussi migratori . Al riguardo ha pubblicato per i tipi dell’Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, Internamento e Guerra di Liberazione, con Enzo Orlanducci, “I Prigionieri Militari Italiani degli Stati Uniti nella Seconda Guerra Mondiale, Roma, Edizioni ANRP, 1996, pag. 320, e sempre con Enzo Orlanducci, I Prigionieri Militari Italiani in Francia e nei Territori Italiani Nella Seconda  Guerra Mondiale Roma, Edizioni ANRP, 1995, pag. 288, e ha contribuito con saggi  al Quaderno “I prigionieri di guerra nella Storia d’Italia, Quaderno ANRP 11, Roma Edizioni ANRP 2003.    

Collabora con numerose riviste e agenzie di stampa e partecipa a convegni e seminari.  

E’ socio dal 1989 della Società di Storia Militare; E’ Segretario Generale della Associazione Seniores dello IASD al Centro Alti Studi della Difesa.   Da Ultimo, e’ socio della Società Tarquinense di Arte e Storia dal  2012.   Cavaliere Ufficiale al merito della Repubblica Italiana, è insignito della Medaglia Mauriziana, per 10 lustri di servizio. 

Castel d’Emilio, Ottobre 2013.

 

Filtro
Ricerche sugli italiani in Albania DomDic2013
La Divisione Perugia DomDic2013