La legge del dittatorello.

 

Salvini è ormai la macchietta del dittatorello. Interviene su tutto in una frenesia mediatica e mai pago di distribuire invettive contro tutto ed il contrario di tutto: a volte con se stesso come quando sostenne la disobbedienza dei sindaci contro i governi di centrosinistra mentre oggi afferma l'esatto contrario. Probabilmente  il ruolo di ministro dell'Interno non è così impegnativo se riesce ad occuparsi di tutto; anche del municipio di Cerveteri.   In quel pezzo di città metropolitana romana, da cinque anni sventola sulla facciata del municipio la classica bandiera della pace. Nessuna bandiera che non sia istituzionale può sventolare su una facciata pubblica accanto a quelle canoniche. Quella bandiera "in più" è però collocata in modo distaccato dalle altre. Ma a Salvini questo non basta e si occupa della sua rimozione, cosa peraltro disattesa dal sindaco pacifista. Anzi il sindaco si rivolge allora  al ministro chiedendo la fine dell'occupazione del palazzo dove ha sede nazionale Casapound, edificio occupato abusivamente dai neo fascisti. Silenzio tombale dal Viminale.  Quando l'Italia verrà liberata anche dall'idiozia di questa politica?