Quello che si è compiuto oggi a Macerata è un gravissimo atto di

terrorismo razzistico. Colpire persone inermi e incolpevoli è un atto di

barbarie che contrasta con elementari norme di civiltà e umanità. La

condanna sia unanime e forte da parte di tutte le forze politiche. Nessuno

si senta escluso dal presidiare la democrazia e i principi fondamentali

della convivenza civile. Massima solidarietà alla comunità maceratese

dall'ANPI. Il fascismo di ritorno, troppo spesso tollerato, va contrastato

con chiarezza e fermezza. Ora basta.

 

Carla Nespolo

Presidente Nazionale ANPI