L'ultimo direttivo della sezione di Osimo, dopo un'anno di attesa dovuta a eventi concomitanti, ha stabilito di tentare di far ripartire il premio nazionale dell'ANPI Osimo che ha portato ad Osimo emeriti di primissimo piano e prima manifestazione osimano a ricevere il patrocinio della Presidenza della Camera dei Deputati. 

Il direttivo non nasconde la difficoltà della cosa. Riprendere il filo del discorso interrotto è cosa più difficile di un inizio perché le attese che si generano attorno all'evento sono molte.

È uno sforzo che va comunque tentato perché di esempi positivi se ne sente proprio il bisogno, in un Paese che sembra stia perdendo il senso delle Istituzioni democratiche, di comunità,  della libertà bene comune,  del diritto, della propria storia, ecc. che i Padri Costituenti vollero fissare con la Costituzione.

Nella stessa riunione, il direttivo ha affidato ad una commissione ristretta, la progettazione per la celebrazione del settantesimo della Liberazione d'Italia nelle scuole medie della città con l'obiettivo dichiarato non solo di proporre il ricordo di eventi eccezionali come la Resistenza e la epica Lotta di Liberazione del popolo italiano,  ma di accreditare nei giovani la indispensabilita  della partecipazione democratica per garantire il proseguo della libertà così faticosamente raggiunta dalle generazioni che ci hanno preceduto.