Tra qualche giorno tornerà ad Osimo Luigi Bartolini quando la sua salma verrà traslata da Roma, luogo attuale di sepoltura, per riposare definitivamente accanto alla moglie.

Noi ci sentiamo debitori della figlia che ha deciso di collocare ad Osimo i resti del proprio genitore nato invece a Cupramontana nel 1892.

Avremmo voluto che Luigi Bartolini, condannato al confino politico quando era ad Osimo, ricevesse gli onori della città cui egli si sentì particolarmente legato, e di quanti, in primis Cupramontana, sono altrettanto legati al ricordo del grande incisore, pittore e saggista 

La famiglia invece ha deciso una forma privata della nuova tumulazione, una decisione che l'ANPI rispetta senza fino in fondo, nella speranza che Luigi Bartolini possa avere il giusto tributo da questa città.