24 marzo 1944 - 24 marzo /2014  70° anniversario dei martiri di Chigiano Valdiola e di Anacleto Giulietti

 

L’A.N.P.I.  Numana -  Sirolo e l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia sez. Numana-Sirolo vogliono commemorare, nel 70° anniversario della morte, il martire partigiano sirolese “ Amedeo“ Anacleto Giulietti.

Nei giorni 23 e 24 marzo 1944 a Chigiano di  S. Severino Marche, a Valdiola, e in altri centri attorno al monte S. Vicino, ci furono violenti combattimenti tra partigiani e nazifascisti: uno degli scontro più importanti della nostra regione.

Durante quell’operazione di rastrellamento, le truppe tedesche dell’ AlpenKrieg catturarono “ Amedeo“ e altri partigiani trucidandoli orrendamente e sfigurando quei corpi già martoriati dalle raffiche di mitra per renderli irriconoscibili.

La salma di “ Amedeo” Giulietti rimase perciò anonima fino a quando il capitano Depangher stilo’ l’atto di morte tre anni dopo la Liberazione essendo stata riconosciuta la salma dopo l'esumazione dal cimitero di Frontale.

Dal rastrellamento si salvò invece Armenio Giulietti,  fratello di Amedeo, anche lui in soccorso dei compagni attaccati a Chigiano e Valdiola, entrambi provenienti dal comando del “Ferro” di Elcito, perché passato più a monte anziché fare lo stesso percorso del fratello .

Armenio é deceduto solo pochi giorni fa’ portando con sé la testimonianza di quei fatti che per anni aveva gelosamente custodito.

Ai Giulietti, ai loro compagni di lotta caduti nel corso della Lotta di Liberazione, va il nostro più sentito riconoscimento e ringraziamento per aver sacrificato la propria vita per la nostra libertà, per la nostra democrazia.

  

A.N.P.I. Sirolo-numana  - Ass.ne Naz.le Marinai d’Italia