Cervi

 

 

 

"No pasarán!": il tributo all'antifascismo sulle maglie inglesi

 

 

La divisa da gioco per la trasferta del Clapton, club amatoriale inglese nato due mesi fa, è stata ideata da un marchio italiano: è un omaggio alle Brigate Internazionali in cui combatterono anche Orwell e Hemingway

 

¡No pasarán!. Un motto antifascista passato alla storia e da pochi giorni è anche sui campi di calcio. Il Clapton Cfc, squadra inglese di livello 9 nella struttura della federcalcio inglese (più o meno i nostri amatori) e fondata solo due mesi fa, ha voluto incidere questa frase sulla propria maglia per la trasferta. Non è l’unico riferimento storico: sulla maglietta campeggiano i colori della bandiera della seconda repubblica spagnola e la stella a tre punte che ha contraddistinto il Frente Popular e le Brigate Internazionali, che 80 anni fa combatterono insieme a volontari provenienti da tutto il mondo (tra loro George Orwell, Ernest Hemingway e Carlo Rosselli) la guerra civile di Spagna contro i falangisti di Francisco Franco.

Il club inglese aveva in mente un omaggio per l’ottantesimo anniversario della guerra civile, e ha realizzato il tutto affidandosi ad uno sponsor tecnico italiano: la Rage Sports, che in Italia veste anche la Afronapoli United, club di Promozione che schiera calciatori migranti.

 

La divise da gioco in Spagna sono diventate viralI, e in poco tempo le magliette (circa 250) sono andate praticamente a ruba visto che sono arrivati oltre 5.000 ordini, tanto da “costringere” la squadra inglese ad alcune scuse per la mancanza di fornitura ed è in fase di organizzazione di un piano per “distribuire a tutti la propria maglietta”. Ma non è finita: il club è in contatto con l’associazione che commemora i volontari britannici e irlandesi, per far sì che la cifra guadagnata con le maglie possa essere impiegata in qualche attività per ricordare i loro compatrioti. ¡Suerte, Clapton!

 

Filtro
  • Una laurea per il nostro presidente

    Questa mattina a Camerino presso quella antichissima università si è laureato in Scienze Politiche il nostro presidente Niccolò Duranti. Con la commissione ed il relatore prof. Giovannini, si è svolta la discussione sulla tesi di laurea dal titolo "Osimo sovversiva". Una ricerca sulla costituzione del movimento democratico e popolare nella nostra città; una storia in cui si muovono personaggi importanti come Errico Malatesta, Pietro Nenni ed altri. E' la storia riportata alla memoria della

    ...
  • Al peggio non c'é fine

    Giriamo questo articolo perché condividiamo la fotografia che fa della mala politica in questo Paese confermando la necessità evidente che l'antifascismo sia ancora una necessità primaria per la difesa della libertà e della democrazia. 

    l vergognoso post di Corsaro contro Fiano: "Con le sopracciglia copre i segni della circoncisione"

    Il deputato ex missino, ora nel gruppo di Fitto, denigra il collega del Pd, autore della proposta di legge sull'apologia di fascismo,

    ...
  • 6 luglio 1944: Inizia la storia.

    6 luglio 1944, Osimo tra grida di evviva, applausi, sorrisi, baci e abbracci iniziava una nuova vita; il Fascismo con i suoi carnefici, mal vessatori e i corrotti di regime è alle spalle. Tanto è costata la libertà: 16 partigiani, 165 civili e decine di soldati polacchi che hanno lasciato la vita sulle sponde del Musone, da Osimo, a Cingoli a Valdiola, a Fossoli, come a Rivoli.

    La libertà è costata la vita di antifascisti, degli internati nei campi di lavoro

    ...