Filtro
  • E' mancato anche Guido. Se ne va con lui un pezzo di storia osimana: quella che la storia locale, a volte, sottace. Quella storia che parla di lotte per la libertà, quella che parla dei lavoratori e dei contadini, del proletariato urbano e rurale, del loro sacrificio, della loro miseria materiale ma non morale, delle loro lotte senza le quali questo Paese sarebbe oggi meno civile.

    Un pezzo di storia che parla di tante battaglie in Consiglio comunale quando questo era il vero fulcro

    ...
  • Cosa spinse migliaia di uomini e donne, spesso giovanissimi, ad aderire, a fascismo caduto, alla Repubblica sociale di Salò? Lo fecero per un’estrema convinzione ideale, per patriottismo, per fede nel Duce, certo; ma anche per “proteggere la famiglia”; “per non perdere il posto”; “per evitare l’internamento ideale”, come emerge dal campione di motivazioni riportato da Mario Avagliano e Marco Palmieri inL’Italia di Salò

    ...
  • Leggiamo dalle cronache che nelle amministrative ultime, nel comune di  Sermide e Felonica in terra virgiliana, la lista neofascista “Fasci italiani del lavoro”, con tanto di fascio littorio nel simbolo, ha fallito l’obbiettivo di un seggio in Consiglio comunale di quelle due città aggregatesi.   Il fatto che quella lista non sia rappresentata nelle Istituzioni ci consola ma di certo un successo quei personaggi lo hanno colto. Hanno cioè colto il successo di far apparire il fascio littorio

    ...

LOCANDINA

AD OSIMO


 

  

 

 

 

In libreria


 

 


 


 


 

  


 


 

 

SIBILLAONLINETV2 REPLAY