Cervi

 

 

 

"No pasarán!": il tributo all'antifascismo sulle maglie inglesi

 

 

La divisa da gioco per la trasferta del Clapton, club amatoriale inglese nato due mesi fa, è stata ideata da un marchio italiano: è un omaggio alle Brigate Internazionali in cui combatterono anche Orwell e Hemingway

 

¡No pasarán!. Un motto antifascista passato alla storia e da pochi giorni è anche sui campi di calcio. Il Clapton Cfc, squadra inglese di livello 9 nella struttura della federcalcio inglese (più o meno i nostri amatori) e fondata solo due mesi fa, ha voluto incidere questa frase sulla propria maglia per la trasferta. Non è l’unico riferimento storico: sulla maglietta campeggiano i colori della bandiera della seconda repubblica spagnola e la stella a tre punte che ha contraddistinto il Frente Popular e le Brigate Internazionali, che 80 anni fa combatterono insieme a volontari provenienti da tutto il mondo (tra loro George Orwell, Ernest Hemingway e Carlo Rosselli) la guerra civile di Spagna contro i falangisti di Francisco Franco.

Il club inglese aveva in mente un omaggio per l’ottantesimo anniversario della guerra civile, e ha realizzato il tutto affidandosi ad uno sponsor tecnico italiano: la Rage Sports, che in Italia veste anche la Afronapoli United, club di Promozione che schiera calciatori migranti.

 

La divise da gioco in Spagna sono diventate viralI, e in poco tempo le magliette (circa 250) sono andate praticamente a ruba visto che sono arrivati oltre 5.000 ordini, tanto da “costringere” la squadra inglese ad alcune scuse per la mancanza di fornitura ed è in fase di organizzazione di un piano per “distribuire a tutti la propria maglietta”. Ma non è finita: il club è in contatto con l’associazione che commemora i volontari britannici e irlandesi, per far sì che la cifra guadagnata con le maglie possa essere impiegata in qualche attività per ricordare i loro compatrioti. ¡Suerte, Clapton!

 

Filtro
  • 73° dell'eccidio di Chigiano Valdiola

    "Le fucilazioni e le fiamme di Valdiola, gli eccidi inumani presso il ponte di Chigiano, tra il turbinio della neve, consumati con le più nefande turpitudini palesanti la tedesca rabbia, per cui "pace e delizia son del mondo in bando" [...]" (da "I caduti per la libertà")


    In quel 24 marzo 1944, mentre a Roma si compiva l'eccidio delle Fosse Ardeatine, trovarono brutale fine anche quattro partigiani osimani al ponte di Chigiano di

    ...
  • Anselmi, De Luna, Sagnet: i primi nomi del Fabrizi 2017

    Riprende la sua tradizionale collocazione temporale il Premio Nazionale "Fabrizi" giunto alla XIII edizione: il riconoscimento dell'ANPI sarà in cartellone all'interno delle celebrazioni della Festa della Liberazione e si terrà domenica 23 aprile alle ore 17.30. Il premio, dedicato alla memoria dell'antifascista osimano morto nel 1937, coinciderà non solo con l'anniversario della morte di Fabrizi ma anche con il 70° della promulgazione della nostra Carta Costituzionale ed è rimarcando

    ...
  • Eletto il nuovo coordinatore regionale ANPI Marche

    Sabato 11 Marzo il Comitato regionale ANPI Marche ha eletto all'unanimità suo coordinatore Lorenzo Marconi Presidente del comitato provinciale Anpi di Macerata; l’elezione é avvenuta  dopo un dibattito introdotto da Claudio Maderloni Responsabile Area Centro dell’Anpi nazionale che ha richiamato gli impegni del recente Congresso nazionale di Rimini (maggio 2016) a cui si aggiungono quelli determinati dagli eventi sismici che hanno colpito una parte rilevante del territorio della nostra

    ...